top of page
Hero_About2.jpg

Chi sono

La Dea dell'Eco-tech, il suo credo è:

“Niente si crea né si distrugge ma tutto si trasforma” di Antoine Lavoisier e fonte della mia ispirazione.

byLUDO dea dell'eco-tech

La storia di Ludo

ByLUDO è un brand di rifiuti tecnologici riciclati fondato da Ludovica Cirillo a Roma nel 2008.


Il suo viaggio creativo è iniziato quando aveva solo 15 anni, quando guardando un vecchio cassetto spolverato pieno di pezzi elettronici rotti, ha iniziato a chiedersi cosa farne.
Ha deciso di portare con sé una borsa piena di queste cose durante un lunghissimo viaggio in macchina da Roma a Berlino. Poiché durante il viaggio si annoiava moltissimo, ha iniziato a sperimentare piccoli pezzi di tecnologia fino a quando il primo oggetto che ha creato è stata una collana realizzata con degli auricolari.


Giunto a destinazione, la collana venne notata da così tante persone che fu incoraggiata a creare altri oggetti decorativi come orecchini e altri pezzi finché a Roma non nacque la mia prima collezione di “Ecotech-bijoux”.

Questi pezzi arrivano ad avere una seconda vita: prima essendo utili, poi in disuso, diventano oggetti ornamentali e artistici.


A 16 anni, per la prima edizione della mostra TNT organizzata dal Ministero della Gioventù, Ludovica viene selezionata tra i primi 200 talenti italiani. Il suo lavoro è stato esposto in una serie di mostre a Roma, Londra, Madrid, Francoforte, Parigi e Tel Aviv.


La sua passione per la sperimentazione dei materiali mi ha spinto a conseguire la laurea in architettura presso la scuola AA di Londra. Dopo aver effettuato numerose ricerche sull'architettura giapponese, si è trasferita in Giappone dove ha esercitato la professione di architetto per 5 anni.


​Quando Ludovica si è trasferita in Giappone e ha iniziato a lavorare presso Kengo Kuma and Associates, Tokyo, ha avuto la possibilità di esplorare profondamente la cultura giapponese e la sua antica storia di artigianato.

Ha presentato la sua nuova collezione, “Mottainai”, concepita a Tokyo, alla mostra “Umarekawaru: Born After Waste” tenutasi nell'ottobre 2021.

La collezione mescola pezzi tecnologici di riciclo tipici del brand e li assembla attraverso le tradizionali tecniche artigianali giapponesi.
Ludo è ora tornato in Europa e continua a studiare modi per riciclare e reimmaginare tutti i componenti delle tastiere e di altri rifiuti elettronici. L'ispirazione progettuale per la creazione dei pezzi artistici ByLUDO nasce dallo studio delle proprietà dei materiali e dalla loro giocosa riconfigurazione in creazioni indossabili.

bottom of page